Comprendere il tempo di blocco totale e le sue implicazioni per la SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Tempo di blocco totale


Il mondo della SEO è in continua evoluzione e vengono regolarmente introdotte nuove metriche per aiutarci a ottimizzare i nostri siti web.

Queste nuove funzionalità includono Tempo di blocco totale (TBT)una metrica webperf che misura l'impatto delle prestazioni sulla reattività di un sito.

In questo articolo esploreremo in dettaglio questo nuovo concetto e mostreremo come incorporarlo nella vostra strategia SEO possa incrementare i vostri posizionamenti sui motori di ricerca, come ad esempio Google.

Tempo di blocco totale

Che cos'è il tempo di blocco totale?

Il tempo di blocco totale, o TBT, è una metrica di webperf che valuta il tempo totale durante il quale un utente non può interagire con una pagina web.

Riflette quindi il tempo in cui alcuni elementi di blocco impediscono una risposta alle interazioni dell'utente, come i clic o la pressione dei tasti. Questa metrica è fondamentale per capire se il vostro sito offre un'esperienza piacevole ai suoi visitatori.

Perché è importante per la SEO?

In passato, il TBT non era uno dei criteri principali presi in considerazione da Google per il posizionamento dei siti web, Questa situazione è cambiata di recente con l'introduzione di Vitali Web principali.

Questi tre indicatori chiave misurano la velocità, la reattività e la stabilità visiva di una pagina e sono ormai fattori essenziali per il posizionamento SEO. Il TBT svolge quindi un ruolo cruciale nella valutazione della reattività di una pagina.

Componenti del tempo di blocco totale

Per comprendere meglio il TBT, è importante capire i suoi componenti. Il tempo di blocco totale si divide in due parti principali: tempo di elaborazione JavaScript (JS) e il tempo di rendering del browser. Questi elementi hanno un'influenza diretta sulla reattività di un sito e possono quindi avere un impatto sulla SEO.

Tempo di elaborazione JavaScript

Il tempo di elaborazione JS è il periodo in cui le risorse JavaScript vengono eseguite. Durante questo periodo, il browser potrebbe essere bloccato, impedendo l'interazione con l'utente. 

L'esecuzione di questi script troppo lenta o troppo intensa può causare un rallentamento significativo. e influiscono negativamente su TBT eesperienza dell'utente globale. È quindi essenziale tenere conto di questo fattore nell'ottimizzazione del sito.

Tempo di rendering del browser

Il tempo di rendering del browser è il tempo necessario per visualizzare il contenuto di una pagina web. Più lunga è questa fase, più alto è il TBT e più insoddisfacente è l'esperienza dell'utente. Per ridurre al minimo questo impatto negativo, è fondamentale ottimizzare il caricamento e la visualizzazione dei vari elementi del sito.

Misurazione del tempo di blocco totale

Per garantire la qualità dell'esperienza utente e ottimizzare la SEO, è fondamentale misurare regolarmente il TBT e identificare gli elementi che possono rallentarlo. Esistono diversi strumenti che consentono di effettuare questa analisi:

  • Faro di Google integrato nella console di Chrome DevTools, questo strumento open-source fornisce informazioni dettagliate sulle prestazioni delle pagine, compreso il TBT.
  • WebPageTest Web analytics: questo servizio online può essere utilizzato per valutare le prestazioni di un sito e offre una serie di opzioni di configurazione per adattare l'analisi a diverse situazioni.

Una volta individuati i problemi che riducono la reattività del vostro sito, spetta a voi adottare le misure appropriate per migliorare il TBT e ottimizzare così il vostro SEO.

Come si può ridurre il tempo di blocco totale?

Per fornire un'esperienza utente ottimale e migliorare il vostro Posizionamento SEOÈ essenziale ridurre al minimo il TBT. Ecco alcuni modi per raggiungere questo obiettivo:

Ottimizzazione degli script JavaScript

Come già detto, le risorse JavaScript hanno un impatto diretto sul TBT. Per ridurlo, seguite questi suggerimenti:

    1. Controllare il codice JS Identificare ed eliminare i codici inutilizzati o obsoleti per migliorare la velocità e l'efficienza.
    2. Ridurre al minimo e comprimere i file JS La riduzione delle dimensioni dei file JavaScript ne velocizza il caricamento e riduce il TBT.

Migliorare il rendering del browser

Per ridurre i tempi di rendering, adottare le seguenti pratiche:

    • Utilizzare un sistema di caching La memorizzazione nella cache dei contenuti consente di risparmiare tempo nelle visite successive, migliorando le prestazioni complessive del sito.
    • Ottimizzare le immagini Comprimere correttamente le immagini per ridurne il peso senza compromettere la qualità.

Lavorando su questi elementi, è possibile ottenere un miglioramento significativo del TBT, contribuendo a fornire un'esperienza utente ottimale.

Potrete anche guadagnare in Visibilità SEO grazie al rispetto dei criteri Core Web Vitals richiesti da Google.

Valutate regolarmente la vostra TBT e tenete conto del feedback degli utenti per adeguare i vostri sforzi e mantenere un alto livello di prestazioni. sito web e ben posizionati nei risultati di ricerca.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT