Capire come sfruttare la cache del browser per ottimizzare il sito

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Sfruttare la cache del browser


Nel mondo dei siti web, le prestazioni di caricamento sono un elemento cruciale per soddisfare i visitatori e migliorare la loro esperienza online.

Il principio di Sfruttare la cache del browser accelera la velocità di caricamento ottimizzando la cache del browser.

Ecco 10 punti per aiutarvi a comprendere questo concetto.

Sfruttare la cache del browser

1. Che cos'è la cache del browser?

La cache del browser è una sorta di memoria temporanea che memorizza alcuni dati provenienti dai siti web visitati. Questi dati possono essere immagini, file CSS o JavaScriptecc. Quando l'utente ritorna a un sito web che hanno già consultato, il browser utilizza questi dati memorizzati localmente invece di scaricarli nuovamente dal server. Questo sistema riduce i tempi di caricamento delle pagine per gli utenti di Internet.

2. Come funziona il Leverage Browser Caching?

Con Leverage Browser Caching, il server indica ai browser web degli utenti per quanto tempo le risorse in cache sono valide. In altre parole, il server stabilisce per quanto tempo il browser deve conservare le varie risorse memorizzate localmente prima di aggiornarle. Questa ottimizzazione consente di caricare più rapidamente le pagine visitate successivamente dall'utente, evitando numerosi viaggi di ritorno al server.

3. Linee guida per la cache

Per determinare la durata della validità delle risorse, il server utilizza le direttive HTTP che vengono inserite nelle intestazioni delle risposte. Queste direttive possono essere :

  • Cache-Control Consente di definire la durata di conservazione degli elementi nella cache (in secondi) o di attivare/disattivare la cache per determinate risorse.
  • Scadenza che indica la data e l'ora precise dopo le quali una risorsa deve essere considerata obsoleta e quindi aggiornata dal browser.
  • ETag che consente al browser di verificare se una risorsa è invariata prima di aggiornarla.

4. Tipi di file interessati

Leverage Browser Caching può essere applicato a diversi tipi di risorse di un sito web:

  • Immagini (JPEG, PNGGIF, SVG, ecc.)
  • Fogli di stile CSS
  • File JavaScript
  • Font personalizzati
  • E così via.

5. Configurazione del server

Per implementare il Leverage Browser Caching, è necessario configurare correttamente il server web in modo che possa inviare le direttive appropriate ai browser. Questa configurazione dipende dal tipo di server utilizzato (Apache, Nginx, IIS, ecc.). Sono disponibili numerose esercitazioni online per aiutare gli amministratori a configurare il server in base al sistema utilizzato.

6. Strumenti di prova

È importante testare e verificare che Leverage Browser Caching sia stato efficacemente implementato nel vostro sito web. A tal fine, esistono diversi strumenti online che possono essere utilizzati per analizzare le prestazioni di caricamento delle pagine e individuare eventuali carenze nella cache:

  • PageSpeed Insights da Google: offre consigli personalizzati su come migliorare le prestazioni del vostro sito.
  • GTmetrix: fornisce un'analisi dettagliata dei tempi di caricamento e delle possibili ottimizzazioni.
  • WebPagetest: consente di eseguire test delle prestazioni da diverse località geografiche e con diverse configurazioni del browser.

7. Risorse di versionamento

Per garantire che i visitatori abbiano accesso alle ultime versioni degli elementi memorizzati nella cache, è consigliabile impostare un sistema di "versioning". Si tratta di aggiungere parametri o nomi di file unici per ogni nuova versione di un file. In questo modo, quando vengono apportate modifiche ai file in questione (CSS, JavaScript, ecc.), il browser sarà costretto a scaricare nuovamente queste risorse per memorizzarle nella cache, anziché riutilizzare quelle già salvate in locale.

8. Interesse per l'esperienza utente

Il principale vantaggio di Leverage Browser Caching risiede nel miglioramento delesperienza dell'utente. Riducendo i tempi di caricamento delle pagine, gli utenti di Internet sono meno propensi ad abbandonare la navigazione e possono sfruttare appieno i contenuti offerti dal sito. Questa ottimizzazione può anche avere un impatto positivo sull'immagine del sito e della sua conversione.

9. Prestazioni complessive del sito

Sebbene la cache del browser non sia l'unico metodo per migliorare la velocità di caricamento delle pagine, essa contribuisce in modo significativo alle prestazioni complessive di un sito web. È quindi essenziale includerlo come parte di un approccio globale di ottimizzazione, che può essere basato su altre tecniche come la minificazione dei file, la compressione delle immagini o l'uso di una rete di distribuzione dei contenuti (CDN).

10. Influenza sull'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO)

Infine, vale la pena ricordare che la velocità di caricamento delle pagine è uno dei criteri presi in considerazione da Google quando valuta e classifica i siti web nelle ricerche effettuate dagli utenti di Internet. Pertanto, implementando Leverage Browser Caching e migliorando le prestazioni del vostro sito, potrete aumentare le possibilità di apparire in una buona posizione nei risultati dei motori di ricerca, come ad esempio Google e aumentare la sua visibilità online.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT