Schema.org: scopri la definizione

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360.

Schema.org


Comprendere il ruolo di Schema.org Per migliorare la nostra referenziazione naturale, dobbiamo innanzitutto conoscerne la definizione.

In questo articolo vi presenteremo le basi di Schema.org ed esploreremo la sua utilità in termini di SEO.

Schema.org

Che cos'è Schema.org?

Schema.org è un progetto collaborativo avviato da giganti del web come Google, Bing, Yahoo e Yandex, per creare un vocabolario condiviso per la strutturazione dei dati su Internet.

Si tratta di un'iniziativa volta a definire un standard per dati strutturati permettendo ai motori di ricerca di comprendere meglio il contenuto delle pagine web e di fornire risultati più pertinenti agli utenti.

I vantaggi dell'utilizzo di Schema.org

L'uso di questo linguaggio standardizzato facilita ai motori di ricerca l'estrazione di informazioni precise e pertinenti dalle pagine web, migliorando la comprensione dei contenuti e facilitando l'indicizzazione.

Questo può anche aiutare a generare estratti arricchiti (rich snippet) che sono informazioni aggiuntive visualizzate nei risultati della ricerca organica.

    • Migliorare la visibilità in SERP : I dati strutturati di Schema.org possono rendere i risultati più interessanti e informativi, aumentando potenzialmente il tasso di clic e il traffico verso il vostro sito.
    • Promuovere la comprensione dei contenuti : Utilizzando tag standardizzati, sarà più facile per i motori di ricerca comprendere il contesto e il significato dei contenuti. Questo può migliorare l'indicizzazione e il posizionamento delle vostre pagine web.
    • Maggiore rilevanza: I dati strutturati aiutano a perfezionare i risultati della ricerca fornendo informazioni aggiuntive sulle pagine web. Di conseguenza, possono contribuire ad aumentare la rilevanza dei risultati per gli utenti del web e quindi la loro soddisfazione.

Come funziona Schema.org?

Schema.org si basa principalmente su tre formati ampiamente adottati (supportati dai motori di ricerca) per descrivere elementi specifici di una pagina web: RDFa, Microdati e JSON-LD. Ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi, ma tutti condividono lo stesso obiettivo: aggiungere metadati ai contenuti per facilitarne l'analisi da parte dei motori di ricerca.

I diversi tipi di schemi

Il vocabolario di Schema.org è vasto e copre un'ampia gamma di domini e argomenti. Ecco alcuni dei tipi più comunemente utilizzati:

    • La persona: Un individuo (ad esempio, un attore, un musicista, un politico, ecc.).
    • Organizzazione: Un'entità come un'azienda, un'associazione o un gruppo politico.
    • Prodotto : Un oggetto tangibile (ad esempio abbigliamento, mobili, apparecchiature elettroniche, ecc.).
    • Evento : Un evento che si svolge in un momento e in un luogo specifici (ad esempio, un concerto, una mostra, una conferenza, ecc.).
    • Posizione: Una posizione geografica, come un paese, una città, un distretto, un indirizzo, ecc.
    • Creazione : Un libro, un film, una serie televisiva, un videogioco o qualsiasi altra opera artistica.
    • Azione : Attività svolta da una persona o da un'organizzazione (ad esempio, acquisto, vendita, prenotazione, ecc.).

Mettere in pratica Schema.org per la SEO

Per utilizzare Schema.org e beneficiare dei suoi vantaggi in termini di referenziazione naturale, è necessario implementare i tag corrispondenti nel codice delle pagine web. Ecco alcuni passi per aiutarvi:

  1. Identificare i tipi di contenuto del sito: Prima di iniziare ad aggiungere i dati strutturati, è necessario esaminare attentamente i diversi tipi di contenuto presenti sul sito. sito web e scegliere quelli che possono essere migliorati utilizzando Schema.org (ad esempio, gli articoli di blog(ad esempio, ricette, recensioni, dati di contatto dell'azienda, ecc.)
  2. Scegliere il formato appropriato: Decidete quale formato di dati strutturati (RDFa, Microdata o JSON-LD) è più adatto al vostro sito web e alle vostre capacità di sviluppo.
  3. Implementazione dei tag Schema.org : Aggiungere i tag appropriati per ogni tipo di contenuto scelto. È possibile consultare la documentazione ufficiale di Schema.org per conoscere le diverse proprietà disponibili e la loro sintassi.
  4. Convalidare l'implementazione : Utilizzate strumenti come il tester dei dati strutturati di Google o il validatore HTML5 per verificare che i vostri dati strutturati siano implementati correttamente e leggibili dai motori di ricerca.
  5. Monitoraggio dei risultati: Analizzate le metriche di performance del vostro sito web, come impressioni, clic e posizioni nelle SERP, per valutare l'impatto dell'implementazione di Schema.org sul vostro referenziamento naturale.

In breve, l'adozione dello standard Schema.org può apportare notevoli benefici alla vostra strategia di referenziazione naturale.

In questo modo si migliora la comprensione dei contenuti da parte dei motori di ricerca, aumentando le possibilità di apparire più in alto nei risultati di ricerca.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT