Capire i crawler nella SEO: una guida in 10 punti

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Cosa sono i crawler nella SEO?


L'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è uno dei modi principali per attirare traffico su un sito web. sito web.

I crawler svolgono un ruolo essenziale in questo processo ed è fondamentale capire come funzionano e il loro impatto sul posizionamento nei motori di ricerca, ad esempio Google.

Robot da esplorazione

1. Il ruolo dei crawler nella SEO

robot di esplorazioneconosciuto anche come robot di indicizzazionecrawlerUn web crawler è un software automatico che esegue il crawling dei siti web e ne indicizza il contenuto. Studiando la struttura e il contenuto di un sito, i robot contribuiscono a determinarne la rilevanza e l'autorità rispetto ad altri siti, consentendo ai motori di ricerca come Google di classificare le pagine e visualizzarle nei risultati di ricerca in base alla loro importanza relativa.

2. Come funzionano i crawler nella SEO?

I crawler si spostano costantemente da una pagina web all'altra, seguendo i link che incontrano. Quando un robot trova una nuova pagina, ne legge e analizza il contenuto, prendendo nota di alcuni elementi chiave come le parole chiave e i meta tag, per poi indicizzare queste informazioni nel database del motore di ricerca.

Processo di esplorazione e indicizzazione

  1. Il robot visita una pagina web e rileva i link.
  2. Il robot segue ogni link e scopre le pagine associate.
  3. Le nuove pagine vengono analizzate e indicizzate nel database del motore di ricerca.
  4. Il robot continua a esplorare i seguenti link per trovare altre pagine.

3. Elementi chiave analizzati dai robot di esplorazione

Quando un robot analizza una pagina web, vengono presi in considerazione diversi fattori:

  • Contenuto Il testo, le immagini e gli altri elementi multimediali di una pagina vengono utilizzati per valutarne l'importanza e la pertinenza rispetto alle richieste degli utenti.
  • Struttura Il modo in cui un sito è organizzato e le sue pagine sono interconnesse gioca un ruolo essenziale nel determinare la sua qualità e credibilità agli occhi dei motori di ricerca.
  • Meta tag Questi HTML contengono informazioni sulla pagina, come il titolo, la descrizione e le parole chiave associate. I crawler utilizzano queste informazioni per aiutare a classificare e indicizzare il contenuto della pagina.
  • Link in arrivo I link da altri siti verso il vostro sito possono indicare la sua popolarità e credibilità, che può avere un impatto positivo sul vostro posizionamento nei risultati di ricerca.

4. I diversi tipi di robot da esplorazione

Esistono diversi tipi di robot da esplorazione, i principali dei quali sono :

  • Googlebot Crawler di Google: è il crawler più noto e più utilizzato. Indicizza i siti web in base all'algoritmo di Google.
  • Bingbot Questo robot appartiene a BingIl motore di ricerca di Microsoft.
  • Yahoo ! Slurp È il crawler del motore di ricerca Yahoo!
  • Yandex Bot Questo robot effettua il crawling dei siti per conto del motore di ricerca russo Yandex.

Robot specializzati

Oltre ai bot generici, esistono anche bot specializzati nell'indicizzazione di contenuti specifici come immagini, video o notizie. Ad esempio :

    • Googlebot-Image: si occupa specificamente dell'indicizzazione delle immagini.
    • Googlebot-News: esplora i siti di notizie.
    • Googlebot-Video: indicizza i video sulle pagine web.

5. Efficienza dell'esplorazione: controllo e ottimizzazione

Per facilitare il crawling del sito da parte dei robot, è importante ottimizzare la struttura e i contenuti ed evitare alcuni ostacoli, come ad esempio collegamenti interrottiErrori del server o cicli di reindirizzamento possono ostacolare i progressi del robot.

L'efficacia dell'esplorazione può essere migliorata tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • Ottimizzazione dei tempi di caricamento delle pagine
  • Mantenete un'architettura chiara e gerarchica per il vostro sito, con una rete interna ben pensato
  • Assicurarsi che il contenuto sia facilmente accessibile e comprensibile per i crawler, in particolare utilizzando meta tag appropriati.
  • Ridurre il numero di link non funzionanti e di reindirizzamenti non necessari.
  • Utilizzare un Mappa del sito XML per guidare i crawler verso tutte le pagine importanti del vostro sito

6. Gestione degli accessi per i crawler

Per controllare il comportamento dei crawler sul vostro sito, esiste un file chiamato file robots.txt. Questo file, situato nella radice del sito web, indica ai robot quali pagine possono essere scansionate e quali devono essere ignorate.

Ad esempio, se si desidera bloccare l'accesso di tutti i robot a una determinata directory, è possibile utilizzare questo testo nel file robots.txt:

User-agent : *
Disconoscimento /repertorio-interpretato/

7. I limiti dei crawler in termini di SEO

Nonostante le loro impressionanti capacità, i crawler hanno i loro limiti quando si tratta di effettuare il crawling e l'indicizzazione:

  • Non sono in grado di vedere le immagini o di leggere i file audio e video come farebbe un essere umano, per questo è importante utilizzare meta tag appropriati per fornire loro informazioni su questi elementi multimediali.
  • Talvolta hanno difficoltà a comprendere e a interpretare correttamente alcune tecnologie avanzate, come ad esempio la JavaScript e Ajax.
  • La loro capacità di esplorare completamente siti la cui navigazione è basata esclusivamente su collegamenti flash può essere limitata.

8. Errori comuni di esplorazione

I crawler possono incontrare difficoltà o errori durante il loro percorso, che possono avere un impatto negativo sulla vostra SEO. Ecco alcuni errori comuni:

  • Errore 404 una pagina non trovata o un collegamento interrotto
  • Errore del server (codici 5xx): indica un problema con il server che ospita il vostro sito web.
  • Ciclo di reindirizzamento (troppi reindirizzamenti, ad esempio).
  • Contenuto bloccato per sbaglio nel file robots.txt
  • Pagine duplicate, che potrebbero causare un conflitto di indicizzazione

9. Analizzare le prestazioni del sito utilizzando strumenti dedicati

Per monitorare le attività dei crawler sul vostro sito, esistono strumenti come Google Console di ricerca e Bing Webmaster Tools, che forniscono un'analisi dettagliata del crawling del sito, dell'indicizzazione e di altri aspetti legati alla SEO. Questi strumenti possono anche aiutarvi a identificare gli errori di crawling o le aree da migliorare per ottimizzare il vostro posizionamento nei risultati di ricerca.

10. Conformità alle linee guida dei motori di ricerca

Per garantire un buon posizionamento ed evitare che il vostro sito venga penalizzato dai motori di ricerca, è essenziale seguire le linee guida emesse da questi ultimi in termini di SEO e crawling. Ad esempio, Google pubblica regolarmente delle linee guida per i webmaster per aiutarli a mantenere contenuti di qualità e facilitare l'accesso ai crawler.

In sintesi, i crawler svolgono un ruolo cruciale nel referenziamento naturale del vostro sito web. È quindi importante capire come funzionano, ottimizzare la struttura del sito per facilitare il loro lavoro e monitorare attentamente le prestazioni del sito utilizzando gli strumenti di analisi disponibili.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT