Repurposing di contenuti in ambito SEO: 10 punti chiave per potenziare i vostri contenuti

dal nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Riproposizione dei contenuti


Il repurposing dei contenuti è un metodo che non può essere ignorato nel mondo del SEO per migliorare visibilità delle vostre pubblicazioni e generare più traffico verso il vostro sito.

Questo articolo vi fornirà una panoramica dei 10 passi essenziali per implementare questa strategia per la vostra azienda.

Riproposizione dei contenuti

1. Capire l'importanza del Content Repurposing nella SEO

Il primo passo è quello di comprendere appieno le sfide della riproposizione dei contenuti. L'obiettivo di questo approccio è dare nuova vita ai vostri contenuti, riutilizzandoli in forme diverse o adattandoli a diversi canali di distribuzione. In questo modo, si contribuisce a ottimizzare il vostro creazione di contenuti rafforzando al contempo il vostro Approccio SEO.

2. Selezionare le migliori pubblicazioni

Prima di iniziare il repurposing dei contenuti, è fondamentale fare una cernita dei contenuti pubblicati e selezionare quelli che sono stati più apprezzati dal pubblico. pubblico. Questi dati saranno poi utilizzati come materia prima per sviluppare la vostra strategia di marketing. riallestimento.

Rilevamento di contenuti ad alte prestazioni

A tal fine, è necessario analizzare i dati provenienti dagli strumenti statistici (come ad esempio Google Analytics), in particolare le pagine più frequentemente visitate, i tempi di consultazione, le frequenza di rimbalzoecc. In questo modo è possibile identificare i contenuti che hanno generato piùimpegno e conversioni con il pubblico.

3. Utilizzo di formati diversi

Uno dei principali trucchi nel repurposing dei contenuti è quello di variare i formati in cui i contenuti vengono offerti. L'obiettivo è rendere le vostre pubblicazioni accessibili al maggior numero di persone possibile, adattandole alle preferenze di consumo del vostro pubblico di riferimento. Ecco alcune idee:

  • Articoli di blog trasformare una pubblicazione esistente in diversi articoli, ognuno dei quali si concentra su un aspetto particolare dell'argomento;
  • Video Progettare un mezzo visivo che riassuma e presenti le informazioni del contenuto scritto;
  • Infografiche Riassumete i dati chiave dei vostri articoli in immagini o grafici accattivanti.

4. Adattare i contenuti a diversi canali di distribuzione

Come per il passo precedente, è bene tenere conto delle caratteristiche specifiche delle diverse piattaforme su cui si distribuiscono i contenuti. Ogni canale ha i suoi requisiti in termini di formato, lunghezza, tono ed estetica:

  1. Reti sociali Testi brevi e accattivanti, accompagnati da un visual accattivante;
  2. Invio di e-mail segmentate il vostro database e adattate i contenuti ai profili dei vostri destinatari;
  3. Siti di aggregazione di contenuti Siate consapevoli dei codici grafici, dei limiti di caratteri e del rispetto dei temi imposti da queste piattaforme.

5. Ottimizzare la referenziazione dei contenuti ripubblicati

La SEO deve essere al centro del vostro approccio al repurposing dei contenuti. Un buon referenziazione darà alle vostre pubblicazioni maggiore visibilità e un pubblico più vasto:

  • Parole chiave Assicuratevi di sceglierli con saggezza e di includerli nei vostri contenuti e metadati;
  • Tag HTML Tag: utilizzate i tag (titoli, intestazioni, immagini) per strutturare correttamente i vostri testi e facilitarne la lettura da parte dei motori di ricerca;
  • Collegamenti interni Creare una rete tra le diverse pagine per favorire la navigazione e migliorare l'autorevolezza del sito.

6. Concentrarsi sulla pubblicazione regolare

Il repurposing dei contenuti offre un'interessante opportunità per aumentare la frequenza con cui la vostra azienda viene pubblicata sul web. La sfida consiste nel pianificare le azioni e stabilire un calendario editoriale per garantire che i diversi tipi di contenuti siano ben distribuiti e che ci sia una coerenza generale.

7. Incoraggiare la condivisione

Per massimizzare l'audience e la visibilità dei contenuti ripostati, è importante renderli facili da condividere sui social network o via e-mail:

  • Integrare i pulsanti di condivisione Devono essere chiaramente visibili e facilmente accessibili in ogni pagina;
  • Incoraggiare l'azione Se avete commenti da fare: non esitate a invitare esplicitamente i lettori a condividere i vostri contenuti se li gradiscono.

8. Monitorare i risultati della strategia di repurposing dei contenuti

Come per lo sviluppo iniziale dei contenuti, sarà fondamentale misurare le prestazioni delle pubblicazioni ripostate. A tal fine, fate riferimento agli indicatori chiave dei vostri strumenti analitici (tassi di clic, conversioni, abbonamenti, ecc.) e ai vostri obiettivi. Potrete quindi adattare la vostra strategia di conseguenza.

9. Valorizzare il processo creativo

Il repurposing dei contenuti non deve essere visto semplicemente come un riutilizzo passivo dei contenuti esistenti. Non esitate a sottolineare il pensiero e la progettazione che hanno portato alla creazione iniziale, così come il desiderio di offrire informazioni arricchite e adatte al vostro pubblico.

10. Sfruttare il potenziale dei contenuti generati dagli utenti

Infine, non trascurate il potenziale offerto dalla Contenuti generati dagli utenti (UGC)In altre parole, contenuti creati dagli stessi utenti. Ripostando e condividendo questo tipo di contenuti, potete promuovere il coinvolgimento della vostra comunità, beneficiando allo stesso tempo di una grande quantità di materiale per le vostre pubblicazioni.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT