Comprendere le reti di distribuzione dei contenuti nella SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360
Cosa sono le reti di distribuzione dei contenuti nella SEO?

Il mondo dell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è in continua evoluzione.

Una delle tendenze attuali riguarda le reti di distribuzione dei contenuti. Ma cosa sono e come funzionano?

In questo articolo analizzeremo l'importanza delle reti di distribuzione dei contenuti nella SEO in 10 punti.

Risposta diretta

1. Le reti di distribuzione dei contenuti: una definizione

Una rete di consegna dei contenuti (CDN) è un insieme di server distribuiti in diverse località geografiche per accelerare la distribuzione e l'accesso a risorse digitali come video, immagini, script, fogli di stile e moduli.

In breve, l'obiettivo è quello di creare infrastrutture per facilitare e ottimizzare gli scambi tra gli utenti di Internet e i contenuti che consultano sul Web.

2. I vantaggi delle reti di distribuzione dei contenuti

Le reti di distribuzione dei contenuti offrono una serie di vantaggi:

  • Velocità di caricamento : il CDN può ridurre notevolmente i tempi di latenza offrendo versioni memorizzate localmente delle risorse richieste, in particolare per i file statici (immagini, video, ecc.).
  • Gestione dei picchi di traffico : Le reti di distribuzione dei contenuti possono assorbire in modo efficiente grandi aumenti del numero di utenti che richiedono simultaneamente gli stessi contenuti, evitando rallentamenti e talvolta interruzioni.
  • Sicurezza : installando le CDN, è possibile rafforzare la protezione contro alcuni attacchi (DDoS in particolare) e garantire una migliore disponibilità, riducendo il rischio di guasti.

3. Reti di distribuzione dei contenuti e SEO

Sebbene i CDN non siano direttamente collegati al referenziamento naturale, il loro utilizzo può effettivamente avere un impatto positivo sul posizionamento di un sito. sito web nei risultati di ricerca. Infatti, l'ottimizzazione dei tempi di caricamento delle pagine è un criterio preso in considerazione dai motori di ricerca come Google, che cercano di offrire il miglior esperienza dell'utente possibile. Un sito veloce e performante ha tutte le possibilità di conquistare gli algoritmi dei motori di ricerca e di essere classificato più in alto nei risultati.

4. Scelta tra una rete di distribuzione dei contenuti pubblica o privata

Esistono due tipi di CDN: reti pubbliche e reti private. Le CDN pubbliche sono ampiamente utilizzate sul Web, in quanto spesso offrono un miglior rapporto qualità-prezzo per gli editori di siti web. Le CDN private, invece, possono offrire un livello di servizio più elevato, con prestazioni ottimizzate per soddisfare le esigenze specifiche di alcuni operatori (in particolare per i servizi a pagamento).

5. Soluzioni di rete per la distribuzione dei contenuti

Numerosi operatori offrono CDN, sia aziende specializzate che fornitori di hosting che includono questa tecnologia nella loro offerta. Tra i più noti e utilizzati ci sono :

  • Akamai
  • Cloudflare
  • Amazon CloudFront
  • Rapidamente

6. creare una rete di distribuzione di contenuti sul proprio sito web

L'impostazione di una CDN può essere effettuata senza troppe difficoltà, soprattutto se si utilizza una delle soluzioni menzionate in precedenza. È sufficiente modificare alcuni parametri di configurazione affinché il vostro sito possa servire le risorse in questione tramite la CDN.

Modifica della configurazione del CMS (Content Management System)

Quando si utilizza un sistema di gestione dei contenuti come WordPress, Drupal o anche JoomlaTuttavia, è spesso possibile utilizzare estensioni (plugin e moduli) per semplificare l'integrazione di un CDN nel vostro sito web, rendendo più facile il reindirizzamento ai punti di presenza globali del vostro fornitore di servizi.

7. Distribuzione geografica dei punti di presenza dei CDN

A seconda della soluzione scelta, la rete di distribuzione dei contenuti sarà costituita da diversi Point of Presence (PoP) sparsi in tutto il mondo. Maggiore è il numero di questi punti, distribuiti su una vasta area geografica, migliori saranno le prestazioni per assorbire il traffico globale.

8. Formati di contenuto supportati dalle CDN

Ogni CDN offre diversi tipi di formato di contenuto che supporta. Per ottenere il miglior rendering possibile e la migliore esperienza utente, è necessario scegliere la soluzione giusta per soddisfare le esigenze del vostro sito web e della vostra azienda. pubblico in termini di tipo e dimensioni dei contenuti da distribuire, come immagini, video, file statici o dinamici, ecc.

9. Costi associati all'utilizzo di una rete di distribuzione dei contenuti

L'utilizzo di un CDN rappresenta un costo aggiuntivo per l'editore del sito web. Questo costo varia a seconda delle soluzioni scelte e del livello di servizio richiesto (traffico, supporto tecnico, opzioni di sicurezza, ecc.); è possibile utilizzare anche alcune offerte gratuite, ma spesso presentano delle limitazioni. È quindi opportuno confrontare attentamente le diverse offerte per scegliere quella che meglio risponde alle proprie esigenze in termini di prestazioni di caricamento, sicurezza e costi.

10. Monitorare le prestazioni della rete di distribuzione dei contenuti

Per assicurarsi di trarre il massimo vantaggio dall'investimento in una CDN, può essere utile monitorare regolarmente le prestazioni della rete e i cambiamenti nella velocità di caricamento del sito. Strumenti come Google PageSpeed InsightsGTmetrix o Pingdom Speed Test possono essere utilizzati per analizzare e monitorare questi fattori. In caso di problemi o cali di prestazioni, dovrete agire rapidamente per individuare l'origine del problema e/o negoziare con il vostro fornitore di servizi per ripristinare le prestazioni desiderate.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT