Definizione degli attributi dofollow e nofollow nella SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Per saperne di più, cliccate qui: Agenzia Netlinking


In questo articolo, analizziamo in modo approfondito gli attributi di dofollow e nofollowDue concetti chiave nel mondo dell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e il loro impatto sul posizionamento delle pagine web nei motori di ricerca.

Imparare a padroneggiare questi attributi vi aiuterà a migliorare la qualità dei vostri link e a ottenere maggiore visibilità presso i vostri visitatori.

 

Attributi dofollow nofollow

Cosa sono gli attributi dofollow e nofollow?

Gli attributi dofollow e nofollow sono HTML che vengono aggiunti ai collegamenti ipertestuali (<a href="/it/1/">) per indicare ai motori di ricerca come trattare questi link.

Quando un motore di ricerca come Google segue un link dofollow, considera il link "importante" e tiene conto del contenuto della pagina associata per determinarne la rilevanza e l'autorità nel suo algoritmo di ranking.

D'altra parte, un link nofollow indica al motore di ricerca di non tenere conto di questo link nella valutazione della pagina.

Link Dofollow

Un link dofollow è un link con l'attributo rel="dofollow". Indica ai motori di ricerca di seguire questo link e di indicizzare la pagina a cui conduce. I link dofollow trasferiscono popolarità, cioè reputazione e autorità, da un sito all'altro. Pertanto, svolgono un ruolo attivo nel posizionamento delle pagine nei risultati di ricerca.

Link nofollow

Un link nofollow è caratterizzato dall'attributo rel="nofollow". Indica ai motori di ricerca di non seguire questo link, cioè di non indicizzare la pagina a cui conduce e di non tenerne conto nel valutare la popolarità e l'autorità del sito collegato.

Di conseguenza, questi link non influiscono sul posizionamento delle pagine nei risultati di ricerca.

Utilizzare efficacemente gli attributi dofollow e nofollow

Per attuare una strategia efficace di referenziamento naturale, è essenziale sapere quando e come utilizzare gli attributi dofollow e nofollow sui vostri link. Ecco alcune raccomandazioni per aiutarvi.

1. Utilizzate con discrezione i link dofollow

I link Dofollow sono generalmente utilizzati quando :

    • Si parla di contenuti di qualità appartenenti a qualcun altro sito web o blog. Questo aiuterà l'autore a ottenere più visite e a migliorare il proprio SEO.

    • Citate una fonte o uno studio affidabile che ha ispirato il vostro contenuto. Questo aggiunge credibilità a ciò che dite.

    • L'articolo includerà collegamenti interni ad altre pagine del sito per migliorare la navigazione e la facilità d'uso.esperienza dell'utente.

Evitate di utilizzare troppi link dofollow a siti esterni, perché rischiate :

    • Trasferire parte della popolarità e dell'autorità del vostro sito ad altri siti, riducendo così il vostro referenziamento naturale.
    • Rischiare penalizzazioni da parte dei motori di ricerca se il link è considerato irrilevante o potenzialmente dannoso (ad esempio, se punta a un sito con contenuti di bassa qualità).

2. Utilizzare link nofollow quando necessario

Può essere utile utilizzare i link nofollow nei seguenti casi:

    • Quando inserite link pubblicitari, offerte promozionali o link di affiliazione nel vostro sito. In questo modo i motori di ricerca non penalizzeranno queste pratiche commerciali.

    • Se consentite i commenti ai vostri articoli e non avete la possibilità di moderare regolarmente questi contenuti, alcuni utenti potrebbero aggiungere link inappropriati o di scarsa qualità che avranno un impatto negativo sul vostro referenziamento.

    • Quando i link portano a sezioni del sito che non si desidera indicizzare, ad esempio una pagina di login o una pagina privata.

Gli attributi dofollow e nofollow nella pratica

Per applicare gli attributi dofollow e nofollow ai propri link, è sufficiente modificare il codice HTML del link <a href="/it/1/"> aggiungendo il tag desiderato. Ecco alcuni esempi:

Per un link dofollow :
<a href="https://www.example.com" rel="dofollow"&gt;Sito di esempio</a>

Per un link nofollow :
<a href="https://www.example.com" rel="nofollow">Esempio di sito</a>

Si noti che i motori di ricerca considerano un link dofollow per impostazione predefinita se non contiene un attributo specifico.

Il futuro degli attributi dofollow e nofollow

Settembre 2019, Google ha annunciato l'introduzione di due nuovi attributi per descrivere i collegamenti: rel="sponsorizzato" e rel="ugc".

Il primo è per link sponsorizzati e pubblicità, mentre il secondo mira a identificare i link generati dagli utenti nell'ambito di contenuti partecipativi (forum, commenti, ecc.).

Questi sviluppi dimostrano la crescente importanza che Google attribuisce alla comprensione e alla ponderazione dei link nella sua strategia di valutazione e classificazione dei siti web.

Padroneggiando i concetti di attributi dofollow e nofollow e le loro implicazioni per il vostro referenziamento naturale, sarete in una posizione migliore per controllare l'impatto dei link presenti sul vostro sito e migliorare la qualità complessiva delle vostre pagine web, sia dal punto di vista di Google che degli utenti di Internet.

 
 
blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT