Capire come funziona il cruscotto per la creazione di SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Cruscotto Creazione


Nel mondo della SEO, gli strumenti e i metodi sono in continua evoluzione.

Uno di questi è il creazione del cruscotto (o dashboard), che consente di monitorare e migliorare il vostro sito web su aspetti quali le prestazioni, la visibilità e l'ottimizzazione dei contenuti.

In questo articolo esamineremo i 10 punti essenziali da conoscere su questo concetto.

Creazione del cruscotto

1. Che cos'è un cruscotto SEO?

Cruscotto SEO (dashboard) è uno strumento centralizzato che combina indicatori chiave e dati rilevanti provenienti da fonti diverse per aiutarvi a monitorare, analizzare e migliorare le prestazioni SEO del vostro sito web.

2. Perché utilizzare una dashboard per la SEO?

L'utilizzo di un cruscotto consente di :

  • Monitoraggio e analisi più semplici: indicatori di performance chiari e organizzati rendono più facile la comprensione dei punti di forza e di debolezza del sito.
  • Definire le priorità delle azioni da intraprendere: con tutte queste informazioni a disposizione, è possibile identificare le aree prioritarie di miglioramento.
  • Incoraggiare la comunicazione: disporre di un supporto visivo per presentare i risultati è utile per condividere i progressi con i membri del team o durante le relazioni.

3. I componenti essenziali di un cruscotto SEO

Gli elementi essenziali di un cruscotto rilevante includono :

  1. Traffico organico Si tratta del numero di visitatori che arrivano sul vostro sito grazie ai risultati dei motori di ricerca.
  2. Parole chiave ad alte prestazioni Questi indicano quali sono le parole chiave mirate e quelle che generano più traffico.
  3. Posizioni medie Vengono utilizzati per misurare le prestazioni delle pagine in termini di posizionamento nei risultati dei motori di ricerca.
  4. Il tasso di clic (CTR) Questo indicatore misura la percentuale di persone che hanno cliccato su un link al vostro sito nei risultati di ricerca.
  5. Il conversioni Azioni compiute dai visitatori del vostro sito (acquisto, registrazione, download, ecc.).

4. Scelta degli indicatori chiave di prestazione (KPI)

Per costruire una dashboard efficace, è fondamentale includere gli indicatori giusti, adattati alla vostra azienda e ai vostri obiettivi SEO. I KPI più comuni includono

5. Strumenti per la creazione di un cruscotto SEO

Oggi è disponibile un'ampia gamma di strumenti che aiutano a creare e personalizzare il dashboard in base alle proprie esigenze:

  1. Google Analytics Questo strumento gratuito offre funzioni avanzate per il monitoraggio del traffico, del comportamento degli utenti e delle conversioni.
  2. Google Console di ricerca : ideale per misurare le prestazioni e il posizionamento delle vostre pagine nei risultati di Google.
  3. Moz Questa piattaforma a pagamento fornisce dati completi sull'ottimizzazione on-page e off-page, nonché sui backlink.
  4. SEMRush Ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO): si tratta di uno strumento online a pagamento che consente di analizzare le prestazioni organiche e le parole chiave del vostro sito web e dei vostri concorrenti.

6. Impostazione degli avvisi

Per poter reagire rapidamente e intervenire in caso di calo delle prestazioni, è consigliabile impostare avvisi specifici legati alla vostra attività:

  • Calo del traffico organico o del numero di sessioni
  • Significativo calo in classifica per un parola chiave dato
  • Tasso di conversione più basso.

7. Monitorare le tendenze dei motori di ricerca

Per anticipare gli sviluppi e adattare la propria strategia, è importante monitorare le tendenze del mercato, in particolare :

  1. Le domande più frequenti degli utenti di Internet
  2. Cambiamenti negli algoritmi dei motori di ricerca
  3. Nuove funzioni di ricerca offerte dai motori di ricerca
  4. Le prestazioni dei vostri concorrenti.

8. Aggiornare regolarmente il cruscotto

Per garantire che le analisi e le azioni siano il più possibile pertinenti, è essenziale aggiornare la dashboard SEO aggiungendo o eliminando alcuni KPI e rivedere questi dati il più spesso possibile, almeno una volta al mese.

9. Monitorare le modifiche apportate al sito

Ogni modifica apportata a un sito web può avere un impatto sulle sue prestazioni SEO. È quindi essenziale :

  • Elenca tutte le configurazioni e i contenuti modificati;
  • Confrontare i dati prima e dopo la modifica;
  • Anticipare le possibili conseguenze per migliorare il processo decisionale.

10. Condividere i risultati con il team

Infine, la condivisione dei risultati ottenuti dalla vostra dashboard SEO vi sarà di grande utilità:

  • Creare un impegno collettivo per le prestazioni SEO;
  • Incoraggiare la comunicazione e il lavoro di squadra su obiettivi e azioni;
  • Per consentire di identificare più rapidamente i problemi che potrebbero avere un impatto sulle prestazioni SEO.

In breve, una dashboard SEO è uno strumento prezioso per monitorare e ottimizzare le prestazioni del vostro sito web. Seguendo questi 10 punti essenziali, potrete creare una dashboard su misura per le vostre esigenze, in grado di aiutare la vostra azienda a raggiungere gli obiettivi SEO.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT