Tutto quello che c'è da sapere sulla conformità al GDPR per la SEO in 10 punti

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Conformità al GDPR


La conformità al Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) è un passo fondamentale che nessuna azienda può permettersi di saltare.

Questo non solo garantisce una migliore protezione dei dati personali dei suoi clienti e utenti, ma ottimizza anche l'uso dei suoi servizi. referenziazione naturale o SEO del suo sito web.

In questo articolo presentiamo i 10 punti essenziali da conoscere sulla conformità al GDPR per la SEO.

Conformità al GDPR

1. Comprendere il legame tra GDPR e SEO

Le GDPRLa direttiva sulla protezione dei dati (GDPR) è un regolamento europeo volto a disciplinare e proteggere l'uso dei dati personali dei cittadini. Si applica dal 25 maggio 2018 e riguarda tutte le aziende che raccolgono, elaborano o conservano dati personali di utenti con sede nell'Unione Europea, anche se l'azienda stessa non ha sede in Europa.

Le SEOo ottimizzazione per i motori di ricerca, si riferisce a tutte le tecniche utilizzate per migliorare la posizione di un sito web nei risultati dei motori di ricerca, come ad esempio Google.

La conformità al GDPR per la SEO implica quindi che le pratiche di trattamento dei dati personali siano conformi anche ai criteri di qualità imposti da Google. Quindi, oltre alla protezione dei dati, il GDPR ha anche un impatto sul referenziamento naturale e sulla visibilità del sito web.

2. Adattare l'informativa sulla privacy

Per ottemperare al GDPR, è necessario redigere una Informativa sulla privacy Questa politica deve essere chiara e dettagliata per informare gli utenti sulle pratiche di trattamento dei dati personali. L'informativa deve comprendere diverse sezioni, quali

  1. L'elenco dei dati raccolti (nome, indirizzo e-mail, ecc.)
  2. Le finalità del trattamento dei dati
  3. Se le informazioni raccolte sono facoltative o obbligatorie
  4. Destinatari dei dati
  5. Periodo di conservazione dei dati
  6. Diritti degli utenti (accesso, modifica, cancellazione, ecc.)
  7. Mezzi messi in atto per proteggere la sicurezza dei dati

3. Ottenere il consenso esplicito degli utenti

Ai sensi del GDPR, il responsabile del trattamento dei dati è tenuto aottenere il consenso esplicito utenti quando forniscono i loro dati personali. In particolare, ciò significa impostare caselle di controllo che non siano pre-selezionate, in modo che gli utenti diano il loro consenso volontariamente. Questo approccio si applica sia ai moduli di registrazione che a newslettercommenti e condivisioni sui social network.

4. Utilizzare cookie che rispettano la privacy

L'uso di biscotti è un modo comune di raccogliere informazioni sulle abitudini di navigazione degli utenti e di analizzarne il comportamento. Tuttavia, alcuni cookie possono essere invasivi per la privacy degli utenti. È quindi importante utilizzare cookie conformi al GDPR:

  • Non utilizzare i cookie per raccogliere dati personali senza il consenso degli utenti.
  • Avere una chiara politica di gestione dei cookie (periodo di conservazione, finalità, ecc.).
  • Fornire un banner informativo che consenta ai visitatori di accettare o rifiutare i cookie

5. Crittografia dei dati inviati al sito

La sicurezza degli scambi di dati tra il vostro sito web e i browser è una questione importante quando si tratta di proteggere i dati personali. L'utilizzo di un certificato SSL (HTTPS) consente di criptare questi dati e di garantirne la riservatezza durante la trasmissione. Questo è anche un criterio preso in considerazione da Google per migliorare la referenziazione del vostro sito.

6. Evitare i reindirizzamenti a siti di terze parti non protetti.

Nell'ambito dell'ottimizzazione SEO, è essenziale verificare che i link che puntano a siti esterni siano sicuri e conformi al GDPR. È preferibileevitare i reindirizzamenti a pagine che non garantiscono lo stesso livello di protezione dei dati personali.

7. Garantire la portabilità dei dati

Il GDPR introduce il diritto alla portabilità che consente agli utenti di recuperare le informazioni fornite in un formato strutturato e leggibile (CSV, JSON, ecc.). È importante includere questa funzione nel vostro sito web per ottemperare a questo obbligo di legge.

8. Cancellare i dati obsoleti

Per rispettare il GDPR e ottimizzare il vostro referenziamento naturale, dovete anche controllare regolarmente i dati di rilevanza dei dati e cancellare quelli obsoleti o non necessari. Questo dimostra che tenete conto della protezione dei dati personali.

9. Attuare procedure interne adeguate

Non basta rispettare le norme del GDPR: bisogna essere in grado di dimostrarlo. Per fare ciò, è necessario mettere in atto procedure interne e i documenti che attestano il rispetto dei principi stabiliti dal Regolamento (registro dei trattamenti, analisi di impatto, misure tecniche e organizzative) e, soprattutto, di aggiornarli regolarmente.

10. Lavorare con fornitori di servizi affidabili e conformi

Infine, se utilizzate fornitori di servizi esterni per gestire alcuni aspetti del trattamento dei dati personali (alloggiogestione di database, ecc.), assicuratevi che anche loro siano al passo con i tempi. Conformità al GDPR. Non esitate a chiedere garanzie contrattuali e a includere questi requisiti nella vostra specifiche la scelta dei fornitori di servizi.

Rispettando questi 10 punti chiave, potrete garantire la conformità del vostro sito web al GDPR, ottimizzando al contempo il suo referenziamento naturale. È quindi essenziale prendere in considerazione le questioni legate alla protezione dei dati personali per migliorare la visibilità della vostra azienda online.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT