Capire la classificazione delle query nella SEO: una guida in 10 punti

dal nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360


La classificazione delle richieste in SEO è un concetto chiave per referenziazione e del marketing digitale.

Ci permette di comprendere meglio le intenzioni degli utenti, di ottimizzare il contenuto delle pagine web e di migliorare la pertinenza dei risultati proposti dai motori di ricerca, come ad esempio Google.

In questo articolo esamineremo 10 aspetti importanti di questa classificazione che vi aiuteranno a ottimizzare la vostra Strategia SEO.

classificazione delle richieste

1. Che cos'è una richiesta?

In ambito SEO, una query si riferisce all'insieme di termini o espressioni digitati da un utente di Internet in un motore di ricerca. Il modo in cui questi termini vengono classificati e interpretati dal algoritmi determina la qualità del contenuto proposto in risposta.

2. Perché classificare le richieste?

La classificazione delle query ci consente di stabilire categorie che facilitano l'analisi e l'interpretazione delle intenzioni di ricerca degli utenti di Internet. In particolare, ciò contribuisce a migliorare il contenuto e la struttura delle pagine web indicizzate, oltre a perfezionare l'algoritmo del motore di ricerca per fornire risultati sempre più pertinenti.

3. Le tre principali categorie di richieste

Il esperti Gli esperti SEO concordano generalmente su tre categorie principali di query:

  1. Richieste di informazioni Ricerca: la ricerca di informazioni o di intelligence su un determinato argomento.
  2. Richieste transazionali L'utente vuole compiere un'azione specifica, come acquistare un prodotto, scaricare un file o iscriversi a una newsletter.
  3. Domande di navigazione L'obiettivo è quello di navigare verso un sito web spesso conosciuto con il suo nome di dominio.

4. Le richieste di informazioni e le loro caratteristiche

Questo tipo di richiesta è la più comune su Internet. Gli utenti di Internet cercano informazioni senza avere necessariamente un'idea precisa del sito in cui le troveranno. I motori di ricerca devono quindi fornire la risposta più pertinente possibile, tenendo conto di diversi criteri:

  • La qualità dei contenutiSi basa su un vocabolario ricco, spiegazioni chiare e fonti credibili.
  • Autorità del sito web che offre i contenuti, misurata da indicatori quali il numero di backlinkla reputazione del marchio e la pertinenza delle parole chiave utilizzate nei meta tag.
  • Segnali sociali come le condivisioni, i "mi piace" e i commenti, che mostrano quanto sia popolare popolarità contenuti agli utenti di Internet.

Esempi di richieste di informazioni

Ecco alcuni esempi di richieste informative tipiche:

  • Come funziona un motore diesel?
  • Ricetta della torta di mele
  • Storia della Torre Eiffel

5. Richieste transazionali e loro caratteristiche specifiche

Le ricerche transazionali sono caratterizzate dall'intenzione di compiere un'azione immediata da parte dell'utente di Internet. È quindi fondamentale che i motori di ricerca offrano siti che corrispondano a questo desiderio, concentrandosi su :

  • Qualità del servizioQuesti criteri includono la velocità di consegna, la facilità di navigazione del sito e la sicurezza delle transazioni.
  • L'attrattiva del prodotto o dell'offertaTra questi, il prezzo, la varietà e la disponibilità.
  • Opinioni e testimonianze di altri utenti di InternetQuesti possono essere utilizzati per valutare la soddisfazione del cliente e anticipare eventuali problemi riscontrati durante l'utilizzo del servizio.

Esempi di richieste transazionali

Ecco alcuni esempi di query transazionali tipiche:

  • Acquistare iPhone 12 online
  • Prenotare il volo Parigi New York
  • Registrazione alla formazione SEO

6. Le query di navigazione e le loro caratteristiche specifiche

In questo caso, i visitatori conoscono già il sito che vogliono visitare e cercano semplicemente di accedervi rapidamente. I motori di ricerca devono quindi essere in grado diidentificare il marchio o il nome del sito in base ai termini digitati e fornire un link diretto alla sua home page.

Esempi di query di navigazione

Ecco alcuni esempi di query di navigazione tipiche:

7. Il ruolo degli indicatori semantici nella classificazione delle query

Per classificare efficacemente le query, gli algoritmi dei motori di ricerca utilizzano i cosiddetti "indicatori semantici". Questi indici permettono di assegnare ogni termine o espressione a una categoria specifica. Questi possono essere :

  • Il vocabolario utilizzatoche includono alcune parole chiave caratteristiche di un'intenzione di ricerca (ad esempio, "compra" per una query transazionale).
  • Eventuali modificatori che specificano la natura della richiesta (ad esempio, un complemento geografico).
  • Sintassiche fornisce informazioni sul modo in cui i termini sono combinati (ad esempio, una domanda per una query informativa).

8. Risultati personalizzati in base alla storia e al profilo dell'utente

I motori di ricerca tengono conto anche del contesto e delle abitudini di navigazione di ciascun utente di Internet per adattare la classificazione delle query alle sue esigenze individuali. Questo include :

  • Cronologia di navigazioneche riflette gli interessi e le preferenze dell'utente.
  • Dati demograficicome l'età, il sesso o la posizione geografica.
  • Il terminale utilizzatoche possono influenzare le scelte di contenuto (ad esempio, uno smartphone per una ricerca locale).

9. Analisi delle query e strumenti SEO

Esistono diversi strumenti che aiutano i professionisti della SEO ad analizzare e classificare le query mirate al loro sito web:

  1. Google Analytics e il suo rapporto sulle parole chiave organiche
  2. La Google Console di ricerca e i suoi dati sui termini più ricercati collegati al sito
  3. Piattaforme specializzate nell'analisi semantica e nella ricerca a pagamento, come SEMrush o Ahrefs

10. L'importanza della coda lunga e della diversificazione delle parole chiave

Per ottimizzare la vostra strategia SEO, è essenziale non concentrarsi solo su termini generici altamente competitivi, ma anche sulla coda lunga (query più specifiche e meno frequentemente ricercate). In questo modo è possibile :

  • Per toccare mercati di nicchia potenzialmente meno competitivi.
  • D'adattare il suo contenuto a intenzioni di ricerca varie e mirate.
  • Rafforzare l'autorevolezza e la visibilità del sito ampliando la gamma di parole chiave trattate.
blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT