Scoprite la canonicalizzazione trasversale dei domini nella SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Canonicalizzazione trasversale al dominio


Le referenziazione naturale, o SEOè una disciplina complessa e in continua evoluzione.

Per ottimizzare la loro visibilità sui motori di ricerca come GoogleCi sono molti criteri tecnici ed editoriali che i webmaster devono tenere in considerazione.

Uno degli aspetti spesso trascurati della SEO è la "canonicalizzazione trasversale del dominio".

In questo articolo vedremo cosa significa questo concetto e come utilizzarlo per migliorare il nostro posizionamento.

Canonicalizzazione trasversale al dominio

Che cos'è la canonicalizzazione trasversale al dominio?

Le Canonicalizzazione trasversale al dominionoto anche come "cross-domain canonico tag" o semplicemente "tag canonical", è un meccanismo che informa gli spider dei motori di ricerca che la stessa pagina esiste sotto diversi indirizzi URL ma il contenuto rimane identico o simile tra loro. L'uso di questo tag aiuta a prevenire i problemi di contenuti duplicati (contenuti duplicati) e consolidare i contenuti popolarità delle pagine interessate all'interno dell'algoritmo del motore di ricerca.

Perché utilizzare la canonicalizzazione trasversale al dominio?

Ci sono molte ragioni per cui una pagina può essere accessibile con diversi URL:

  • Un sito utilizza un protocollo HTTP e HTTPS;
  • Si può accedere a un sito con e senza il www;
  • Campagne di marketing che assegnano parametri specifici all'URL;
  • Le sessioni utente sono memorizzate nell'indirizzo URL;
  • E così via.

Tuttavia, se i motori di ricerca scansionano questi indirizzi separati come contenuti diversi, ciò può portare a problemi di contenuti duplicati e quindi avere un impatto negativo sulla SEO. Il tag Canonical consente di fornire ai robot un'unica versione da indicizzare, evitando così queste possibili penalizzazioni.

10 punti chiave per un'implementazione SEO di successo :

1. Identificare gli URL interessati dalla canonicalizzazione trasversale al dominio.

Il primo passo consiste nell'identificare tutti gli URL con contenuti identici o simili. A tale scopo è possibile utilizzare strumenti online, come ad esempio Rana urlante Spider SEO.

2. Scegliere l'URL canonico

Una volta identificati gli URL in questione, è necessario scegliere quello che verrà considerato come il canonicoSi tratta della versione ufficiale della pagina che si vuole far indicizzare ai motori di ricerca. Questa decisione deve tenere conto della qualità del contenuto, della popolarità (numero di backlink) e dell'età di ogni URL.

3. Inserire il tag canonico

Nel codice HTML su ogni pagina non canonica, aggiungere il tag . tra i fari  e . Sostituire [URL_CANONIC] con l'indirizzo della pagina canonica selezionata in precedenza.

4. Reindirizzamenti 301

Per rafforzare l'autorevolezza dell'URL canonico, è consigliabile impostare Reindirizzamenti 301 che reindirizza gli utenti e gli spider dei motori di ricerca a questo URL quando viene richiamato uno degli altri indirizzi.

5. Verifica della coerenza tra i tag hreflang e canonical

Se il vostro sito è multilingue, assicuratevi che il file Hreflang e Canonical sono compatibili. Le pagine che hanno una versione alternativa in un'altra lingua devono avere anche un link canonico alla stessa versione di riferimento.

6. Protocollo HTTPS

Se avete impostato il protocollo HTTPS sul vostro sito, assicuratevi che tutti gli URL canonici siano in HTTPS, per evitare problemi di contenuti duplicati legati a due versioni simultanee.

7. Riferimento all'URL canonico nelle sitemap

Per facilitare l'indicizzazione da parte dei motori di ricerca, non dimenticate di aggiungere l'indirizzo URL canonico nel campo Mappa del sito del vostro sito web.

8. Tracciare le prestazioni di referenziazione naturale

Una volta implementata la canonicalizzazione cross-dominio, è importante monitorare i cambiamenti nel posizionamento sui motori di ricerca delle pagine interessate. A tal fine, non esitate a utilizzare strumenti come Google Console di ricerca o un software di tracciamento del posizionamento.

9. Controllare regolarmente gli URL canonici e non canonici.

L'aggiunta di pagine, la cancellazione o lo spostamento di contenuti possono causare errori di link canonici. Ricordate di controllare regolarmente che gli URL interessati siano ancora validi e corrispondano al contenuto desiderato.

10. Aggiornare il protocollo di autorizzazione CORS, se necessario

Se si lavora con applicazioni o contenuti di domini diversi, è possibile che sia stato impostato un protocollo di autorizzazione CORS (Cross-Origin Resource Sharing). In questo caso, assicurarsi che i tag Canonical non siano bloccati da questa autorizzazione.

In breve, il Canonicalizzazione trasversale al dominio è un elemento SEO fondamentale per evitare problemi di contenuti duplicati e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

A tal fine, è necessario identificare gli URL interessati, scegliere l'URL canonico, aggiungere i tag Canonical nel codice HTML e i reindirizzamenti 301 e verificare regolarmente l'efficacia di questa implementazione.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT