Google Bombing: capire questa controversa tecnica di ottimizzazione dei motori di ricerca

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360 

Bombardamento di Google


Nel corso degli anni, sono emerse diverse pratiche scorrette nei confronti della referenziazione naturale.

Tali metodi consentono di migliorare artificialmente il posizionamento di un sito o di peggiorare quello di un rivale, spesso a scapito delle regole e degli standard SEO.

Questi includono Bombardamento di Googleun approccio basato sulla manipolazione abusiva dei link in entrata per influenzare il posizionamento di una pagina web nei risultati visualizzati da Google.

Bombardamento di Google

Google Bombing: cos'è esattamente?

Il Google Bombing può essere visto come una sorta di bombardamento progettato per disturbare temporaneamente gli algoritmi di ricerca. Il principio è semplice: creando un gran numero di link che puntano allo stesso target con un'ancora identica (il testo visibile associato al link), gli spammer ingannano deliberatamente i motori di ricerca per dare maggior peso a un determinato posizionamento.

Le diverse forme di Google Bombing

Nel suo libro "The Art of SEO", Eric Enge evidenzia tre categorie principali di Google Bombing. La prima è Bombe a contenuto legaleL'obiettivo è generalmente quello di dare visibilità a un argomento piuttosto che a un individuo. Ad esempio, nel 2004, quando qualcuno cercava "miserabile fallimento" su Google, il primo risultato era la biografia ufficiale dell'ex presidente George W. Bush.

La seconda categoria è Bombe con contenuto diffamatorioSi tratta di siti i cui autori cercano di screditare una persona o un'organizzazione associando il suo nome o il suo marchio a un termine dispregiativo. Ad esempio, una ricerca di "biggest liar" su Google nel 2005 ha rivelato che il principale sito trovato era quello del cantante Michael Jackson.

Infine, la terza categoria riguarda Bombe monetarie. L'obiettivo è quello di aumentare la popolarità e la redditività di un sito web ottimizzando il suo riferimento a specifiche parole chiave. Utilizzando questo tipo di Google Bombing, gli spammer possono sperare di catturare una parte significativa del traffico generato da queste query.

Come funziona questa tecnica?

Il Google Bombing utilizza una serie di metodi diversi per ottenere link in entrata massicci. Questi includono :

  • Scambio di link Questo comporta che due siti partner si accordino reciprocamente sulla creazione di backlink che puntano alle pagine dell'altro. Questa pratica può essere assimilata a uno "scambio di buone pratiche" per migliorare il posizionamento reciproco nei motori di ricerca.
  • Elenchi di link Sono progettate per elencare e classificare i migliori siti del web secondo criteri di rilevanza, qualità e popolarità. Ma mentre alcune di queste directory sono serie e in linea con le buone pratiche SEO, altre utilizzano strategie abusive per incoraggiare il Google Bombing.
  • Fattorie di link Si tratta di una rete centralizzata di articoli o pagine collegate in modo inorganico per ingannare gli algoritmi di ricerca. Gli utenti sono stati messi in guardia da questa pratica da Google, che ora sta valutando le sanzioni per chi la adotta.

Quali sono gli impatti e le conseguenze per il referenziamento naturale?

Per molto tempo il Google Bombing è rimasto relativamente impunito: gli spammer potevano ingannare i motori di ricerca senza temere rappresaglie. Negli ultimi anni, tuttavia, la situazione è cambiata con l'introduzione di misure volte a punire tali abusi.

La battaglia del motore di ricerca contro il Google Bombing

Di fronte al continuo sviluppo del Google Bombing e ai suoi effetti deleteri sull'affidabilità dei risultati visualizzati, i motori di ricerca come Google hanno gradualmente rafforzato i loro mezzi per combattere questa pratica. Nel 2007, ad esempio, l'azienda di Mountain View ha introdotto un nuovo algoritmo chiamato Collinauno dei cui obiettivi era quello di individuare i comportamenti dinamitardi e di limitarne la portata.

Più recentemente, nell'ambito dell'aggiornamento di Google Penguin, i progettisti del motore hanno deciso di penalizzare ancora di più i siti che abusano dei link in entrata. Oggi Google cerca soprattutto di dissuadere i truffatori, penalizzando sistematicamente qualsiasi tentativo di Google Bombing.

Conseguenze per la referenziazione naturale

Prima di tutto, i siti che utilizzano il Google Bombing si espongono a sanzioni dai motori di ricerca. Queste penalizzazioni possono arrivare fino a deindicizzazione il loro dominio o visualizzare un avviso sulla loro pagina web che avverta gli utenti della loro natura dannosa.

In secondo luogo, va da sé che il Google Bombing è stato il principale responsabile di un netto peggioramento della qualità dei risultati visualizzati da Google.

Tutti dovrebbero quindi essere cauti nel ricorrere a queste pratiche: se da un lato possono portare un guadagno momentaneo in termini di visibilità, dall'altro non vanno sottovalutati gli effetti negativi sul futuro a lungo termine e sulla reputazione del sito interessato.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT