Capire l'aggiornamento dell'esperienza di pagina nella SEO

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

Che cos'è il Page Experience Update nella SEO?


Le Aggiornamento dell'esperienza della pagina è un aggiornamento importante del Google che ha un impatto diretto sul posizionamento dei siti nei risultati di ricerca.

Comprendendone il funzionamento e attuando le migliori pratiche consigliate, è possibile ottimizzare la SEO del proprio sito e migliorarne la visibilità agli occhi degli utenti del web.

Aggiornamento dell'esperienza della pagina

Che cos'è l'aggiornamento dell'esperienza di pagina?

Il Page Experience Update è un importante aggiornamento dell'algoritmo di Google che verrà introdotto nel giugno 2021. Il suo obiettivo è migliorare l'esperienza dell'utente sulle pagine web, tenendo conto di fattori quali la velocità di caricamento, la reattività e la stabilità visiva. L'obiettivo è valutare e promuovere i siti che offrono un'esperienza di navigazione piacevole ed efficiente per gli utenti.

I segnali di Web Vitals costituiscono ora la base di questa valutazione e quindi influenzano direttamente il posizionamento dei siti nei risultati di ricerca.

Segnali di Web Vitals

Il Segnali di Web Vitals sono un insieme di tre indicatori chiave per misurare la qualità di una pagina web in termini di prestazioni e di esperienza utente. Sono stati scelti da Google per rappresentare gli aspetti essenziali di una buona esperienza di navigazione:

Per ottimizzare l'esperienza dell'utente e migliorare la SEO, un sito dovrebbe quindi cercare di ottenere buoni punteggi per ciascuno di questi tre indicatori. Ecco alcune buone pratiche da implementare per raggiungere questo obiettivo:

Migliorare la velocità di caricamento (LCP)

    • Ottimizzare le immagini: ridurre le dimensioni, utilizzare formati appropriati e comprimere i file.
    • Riduzione al minimo dei file CSS e JavaScript rimuovere spazi, commenti e altri elementi non necessari per ridurre le dimensioni del file.
    • Impostare un sistema di caching: memorizzare localmente gli elementi statici del sito per evitare di scaricarli a ogni visita.
    • Abilita la compressione sul server: comprime i file prima di inviarli al browser per ridurre i tempi di trasferimento.

Migliorare la reattività (FID)

    • Evitare attività JavaScript lunghe: suddividere grandi porzioni di codice in parti più piccole da eseguire in modo asincrono per evitare di bloccare altre attività.
    • Utilizzare ascoltatori di eventi "passivi": indicare al browser che determinate funzioni possono essere eseguite senza attendere che gli eventi dell'utente siano completamente elaborati.
    • Ottimizzare l'ordine di caricamento delle risorse: dare priorità al caricamento degli elementi necessari per visualizzare rapidamente il contenuto principale (CSS, JavaScript, immagini).

Miglioramento della stabilità visiva (CLS)

    • Riservare spazio agli elementi dinamici: assegnare una dimensione fissa agli elementi che possono modificare il layout quando vengono caricati (immagini, video, iframe).
    • Evitate le animazioni improvvise o sconvolgenti: prevedete transizioni fluide tra le diverse fasi dell'animazione ed evitate troppi effetti bruschi.
    • Impedire lo spostamento degli elementi cliccabili: assicurarsi che i pulsanti e i link rimangano stabili e accessibili anche quando altri elementi della pagina sono in fase di caricamento.

Altri fattori presi in considerazione dal Page Experience Update

Oltre ai segnali Web Vitals, il Page Experience Update tiene conto anche di altri criteri che in precedenza venivano presi in considerazione per valutare l'esperienza dell'utente. È quindi importante continuare a lavorare su questi aspetti per ottimizzare la SEO:

  • Facilità d'uso per i dispositivi mobili La compatibilità delle pagine con i dispositivi mobili è diventata un criterio essenziale per il posizionamento su Google.
  • Navigazione sicura : la presenza di un certificato SSL e l'utilizzo dell'opzione HTTPS sono valutati dall'algoritmo di Google, che favorisce i siti che offrono una navigazione sicura agli utenti.
  • L'assenza di pop-up intrusivi o "interstiziali". annunci e altri elementi che coprono il contenuto principale della pagina possono danneggiare l'esperienza dell'utente e quindi penalizzare la SEO del sito.

Che impatto avrà sui siti web?

L'obiettivo principale dell'aggiornamento dell'esperienza di pagina è diincoraggiare i proprietari dei siti a migliorare l'esperienza dell'utente con un'enfasi sugli aspetti tecnici come la velocità di caricamento, la reattività e la stabilità visiva. Questo aggiornamento ha anche l'effetto di includere questi criteri nella valutazione del ranking dei siti su Google, il che può avere un impatto diretto sul loro posizionamento nei risultati di ricerca.

Tuttavia, va sottolineato che questi fattori, pur essendo importanti, non possono sostituire la pertinenza e la qualità dei contenuti. Un sito che offre contenuti ricchi, informativi e adatti alle esigenze degli utenti avrà sempre maggiori possibilità di posizionarsi bene nei risultati di ricerca, anche se alcuni aspetti della sua esperienza utente possono essere migliorati.

In breve, lavorare per migliorare l'esperienza utente offerta dal vostro sito è essenziale per ottimizzare la vostra SEO e mantenere una buona visibilità presso gli utenti del web. Tenendo conto dei segnali Web Vitals e degli altri criteri presi in considerazione dal Page Experience Update, avrete tutte le possibilità di soddisfare le aspettative di Google e di attirare nuovi visitatori sulle vostre pagine.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT