Come reagire a una penalizzazione di Google

La migliore agenzia SEO ottimizza 360

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360

sul tema KPI SEO


Nel mondo di referenziazioneÈ fondamentale rispettare le linee guida imposte da Google per mantenere una buona visibilità nella rete. risultati della ricerca.

Tuttavia, può accadere che il vostro sito riceva una sanzione da Google.che avrà un impatto negativo sul suo posizionamento. In questo articolo spieghiamo come individuare se il vostro sito è stato penalizzato e quali azioni intraprendere per rimediare alla situazione.

Penalità di riferimento di Google

Identificare la presenza di una penalizzazione di Google

Prima di sapere cosa fare in caso di sanzione da parte di Riferimento a GoogleÈ essenziale identificare se il vostro sito è stato penalizzato o meno e quale tipo di penalizzazione è stata applicata.

Le due principali categorie di sanzioni sono :

  1. La penalità manuale :

    Si verifica quando il team anti-spam di Google rileva pratiche che violano le linee guida stabilite dal motore di ricerca.
    Nella maggior parte dei casi si tratta di reati come lo spamming, l'uso fraudolento di Internet, ecc. occultamento o la creazione di collegamenti artificiali.

  2. La penalità algoritmica :

    è il risultato di una modifica dell'algoritmo di ranking di Google, generalmente associata a cambiamenti nei criteri di qualità.
    Un esempio famoso è l'aggiornamento "Panda", che ha colpito i siti con contenuti duplicati o di bassa qualità.

Per rilevare un penalità manualeè sufficiente consultare il Google Console di ricerca del vostro sito e verificare se Google ha inviato un messaggio di errore che menziona una penalizzazione.

L'individuazione delle penalizzazioni algoritmiche è più complessa, poiché spesso sono legate a un improvviso calo del traffico o a una diminuzione delle posizioni nei risultati di ricerca.

Capire l'impatto delle sanzioni sulla vostra visibilità

Una volta identificata la presenza di una sanzione, è necessario analizzarla impatto sul vostro visibilità. L'obiettivo è capire quali sono le pagine e le funzioni interessate, nonché il tipo di contenuto in questione. In questo modo sarà possibile stabilire una diagnosi precisa, in modo da sapere come affrontare la situazione.

Attuare le azioni correttive

Una volta identificata e analizzata la penalizzazione da referenziamento di Google, è il momento di sviluppare una strategia per affrontarla. A seconda del tipo di penalizzazione, si possono intraprendere diverse azioni:

  1. Rimozione di contenuti non conformi alle linee guida : 

    Se la sanzione riguarda i vostri contenuti, dovrete eliminare o modificare gli elementi problematici il prima possibile.
    Ciò può comportare articoli duplicati, spam di parole chiave o informazioni fuorvianti per gli utenti.

  2. Correggere le tecniche SEO black hat: 

    Se siete stati sanzionati per tecniche illegali (cloaking, link artificiali, ecc.), è importante rivedere la vostra strategia SEO e adottare pratiche "best practice". cappello bianco SEO".
    Ciò comporta una migliore ottimizzazione del sito e la creazione di una rete di link naturali.

  3. Migliorare la qualità complessiva del sito: 

    Se la penalizzazione è dovuta a un algoritmo di ranking, dovreste prendere provvedimenti per migliorare la qualità complessiva del vostro sito. Pensate, ad esempio, a lavorare sullaesperienza dell'utentela pertinenza dei contenuti e le prestazioni tecniche del sito.

Chiedete a Google di rivalutare il vostro sito

Una volta apportate le correzioni necessarie, è possibile chiedere a Google di rivalutare il sito.

A tal fine, accedere a Google Search Console e inviare un messaggio che spieghi le azioni intraprese da quando si è ricevuta la sanzione.

La richiesta sarà poi esaminata dal team anti-spam di Google, che deciderà se revocare o meno la penalizzazione.

Prevenzione di future sanzioni

Per evitare ulteriori penalizzazioni SEO in futuro, è importante seguire sempre le linee guida stabilite da Google e adottare pratiche SEO responsabili. Ecco alcuni consigli:

  • Mettere l'utente al centro delle vostre preoccupazioni: 
    Poiché l'obiettivo principale di Google è fornire risultati pertinenti, è essenziale offrire contenuti di qualità con un elevato valore aggiunto per gli utenti del web.

  • Rispettare le regole tecniche: 
    assicurarsi di seguire sempre le migliori pratiche in materia di ottimizzazione del sito (sitemap, tempi di caricamento, meta tag, ecc.).

  • Creare una rete di link naturali: 
    dare priorità alla creazione di link in entrata da siti pertinenti ed evitare di utilizzare tecniche artificiali per manipolare il vostro posizionamento nei risultati di ricerca.

In breve, quando ci si trova di fronte a una penalizzazione di Google, è essenziale reagire rapidamente, identificando il problema, analizzandone l'impatto e adottando azioni correttive.

Ma soprattutto, questa esperienza deve essere vista come un'opportunità per migliorare la qualità complessiva del vostro sito e le vostre pratiche SEO per garantire una visibilità ottimale a lungo termine.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT