Come posso vendere su Instagram? Vendita sociale su Instagram

Optimize360 Come faccio a vendere su Instagram?

Vendi su Instagram. È una buona idea? È un canale interessante da affiancare a quello del Commercio elettronico classico?

vendere su Instragram social selling

Optimize 360 cercherà di fornirvi alcune risposte, alcune delle quali di buon senso, visto che l'El Dorado dei social network ci fa credere che la presenza in quel luogo sia quasi sufficiente a generare vendite aggiuntive.

Sì, ma il Vendita sociale non si basa solo su una serie di regole tecniche, ma anche sul buon senso... 

Lo shopping su Instagram e gli altri strumenti che presenteremo in questa sede possono rispondere a determinate esigenze e, a volte, possono essere rilevanti.

Ma è comunque necessario comprendere il contesto e le regole del marketing digitale applicato ai social network, e in particolare a Instagram.

Prerequisiti per le vendite online su Instagram

Il fatto che milioni di utenti in tutto il mondo utilizzino quotidianamente i social network non significa che siano pronti ad acquistare da loro.

Abbiamo già visto in diverse occasioni in questo blog che l'atteggiamento di un utente di Internet è radicalmente diverso, a seconda che si trovi su Google o sui social network in senso lato.

  • Su Google abbiamo a che fare con un pubblico che cerca attivamente una risposta, un servizio o un acquisto da fare.
  • Sui social network (e quindi su Instagram) abbiamo a che fare con un pubblico "contemplativo" che viene per chiacchierare, intrattenersi e informarsi, ma senza l'intenzione primaria di fare un acquisto.

Di conseguenza, i social network saranno soprattutto una vetrina aggiuntiva prima di essere organizzati e formattati per la vendita, dato che il loro scopo principale era quello di creare legami sociali attraverso le persone (profili ricchi).

Solo in un secondo momento si sono organizzati per utilizzare la loro potenza di fuoco sui social per presentare marchi, aziende o servizi (Pages Facebookaccount Instagram Pro, ecc.)

Questo spiega anche perché la rappresentatività e la credibilità di un marchio o di un servizio sono spesso costruite parallelamente alla sua presentazione, attraverso campagne pubblicitarie a loro sostegno, o attraverso influencer che cercano di esaltarne i meriti presentandosi come una sorta di "garante personale". 

Prodotti che si prestano al social selling

Poiché i social network non sono stati originariamente concepiti e formattati per la vendita, i prodotti che devono essere venduti su di essi devono rispettare codici molto specifici.

  • Che quindi hanno soglie o limiti psicologici di prezzo che possono corrispondere ad acquisti d'impulso con un coinvolgimento finanziario relativamente basso. Dopo tutto, non si può vendere un'auto da 50.000 euro su Instagram.
  • Che sono quindi intrinsecamente suscettibili di essere prodotti d'impulso

In altre parole, saranno particolarmente propensi a vendere online su Instagram:

  • Prodotti di moda o cosmetici a basso costo (o a costo ragionevole)
  • Prodotti fuori dagli schemi e tendenze a basso costo (o a costo ragionevole)
  • Abbonamenti o servizi "fremium" presentati sotto forma di pubblicità (piuttosto che prodotti con prezzi e reindirizzamenti a negozi di e-commerce)

In ogni caso, più i prezzi sono alti dal punto di vista psicologico, più sarà difficile innescare un atto di acquisto senza una forte rassicurazione aggiuntiva.

Più alto è il prezzo, più importanti e decisivi saranno l'approvazione, la reputazione, la credibilità e la forza del marchio.

Prodotti che non si prestano al social selling

Al contrario, mettiamo da parte i Servizi che non sono accettati come "prodotti in miniatura E-commerce" su Instagram Shopping. Quelli che non soddisfano i criteri indicati di seguito possono solo ottenere ulteriore visibilità e brand awareness. Non certo vendite, salvo alcune eccezioni.

Quindi non ne troveremo, o almeno non ne venderemo:

  • Auto
  • Viaggi
  • Camere d'albergo
  • Prodotti "top luxury" al di sopra di una certa soglia di prezzo

Vediamo due esempi concreti:

Il marchio Bose vende prodotti online su Instagram a un prezzo massimo di circa 200 euro.

Vendita Bose su Instagram

D'altra parte, quando si tratta di prezzi più elevati, gli account Instagram dei marchi si accontentano generalmente di utilizzarli come "vetrina" aggiuntiva senza necessariamente aspettarsi vendite dirette, anche se i loro prodotti possono essere più costosi. Siti di commercio elettronico sono collegati ad esso.

Vendere su instagram marchi di lusso

Possiamo notare, ad esempio, che un marchio come Hermès si limita ad accessori che non superano gli 800 euro, e che un marchio come Jeager Lecoultre, pur presentando modelli molto costosi, non può sperare di scatenare in questo modo una vendita da 20.000 euro senza aver visto il cliente provarlo in una delle sue boutique fisiche... Ostacoli tecnici alla vendita su Instagram

Anche se gli utenti di Instagram non sanno cosa sta succedendo dietro le quinte, non appena viene attivata una vendita online sul social network, un link al sito web di Instagram viene visualizzato. sito di vendita online del marchio è inevitabilmente presente.

Lo pseudo negozio online di Instagram non è di per sé un negozio di e-commerce che consente di effettuare transazioni all'interno della piattaforma. 

Questa nuova funzionalità potrebbe arrivare presto, in particolare con il probabile arrivo di Facebook Libra, ma per il momento Instagram si accontenta di creare una bella finestra a specchio, in cui il marchio può taggare i prodotti, ma alla fine è il sito di e-commerce che sarà la pagina di atterraggio e il ricettacolo della transazione.

Dato che la maggior parte dei marchi deve gestire diverse piattaforme e database di prodotti separati, si accontentano di utilizzare Instagram semplicemente come vetrina per i loro prodotti Best Of, utilizzando la pubblicità su Instagram.

Essere consapevoli che le vendite, se devono essere effettuate, saranno fatte o sul loro "vero" sito di vendita online o nei loro negozi fisici.

Il vincolo maggiore, quindi, anche per i "piccoli marchi", è quello di offrire una Sito web di e-commerce a valle, anche solo per gestire le transazioni di vendita.

Instagram Shopping e altri strumenti per vendere su Instagram

Optimize 360 non vi fornirà un elenco esaustivo di strumenti per aiutarvi a creare un "negozio online" su Instagram, in quanto esistono già ottimi articoli sull'argomento.

Tuttavia, vi invitiamo a consultare le migliori spiegazioni che abbiamo trovato per ogni parte:

Impostazione di Instagram Shopping ( Pubblicazioni, Storie )

In questo articolo molto istruttivo, Vincent Brossas (Le Ptit Digital) spiega passo dopo passo come impostare Instagram Shopping:

https://www.leptidigital.fr/reseaux-sociaux/comment-vendre-instagram-shopping-14713/

In particolare, spiega che è necessario innanzitutto creare il proprio negozio su Facebook, poi collegare questo negozio al proprio account Instagram professionale e infine lanciare le proprie campagne.

Potete anche leggere la Guida introduttiva ufficiale di Instagram Shopping qui:

https://www.facebook.com/business/instagram/shopping/guide

come configurare lo shopping su instagram

Vendere attraverso la propria bio (profilo Instagram)

Questo è il metodo più semplice e quello con cui tutti gli Instagrammer in erba iniziano prima di passare a Instagram Shopping.

Tuttavia, questo metodo è davvero molto "artigianale" e non sarà possibile pubblicare foto che includano i cartellini dei prezzi come con il primo metodo.

Tuttavia, se siete interessati, potete leggere questo post sul blog:

https://daniloduchesnes.com/blog/vendre-sur-instagram/

Se volete andare un po' oltre, in particolare per spingere una vendita o una promozione nella vostra storia, potete leggere anche questo articolo:

https://ledigitalizeur.fr/reseaux-sociaux/vendre-sur-instagram/

Alternative (o complementi) a Instagram Shopping

Come avrete sicuramente capito, come minimo dovrete creare una landing page e gestire una transazione di vendita a valle.

Anzi, in un certo senso, avere un sito di e-commerce come ricettacolo della vostra Instagram Boutique.

Di conseguenza, i principali fornitori di siti di e-commerce cercheranno di facilitarvi le cose, a patto che abbiate già creato il vostro sito con loro.

Creare un sito di e-commerce puro con Woocommerce, Prestashop, Magento o Shopify

siti di commercio elettronico

se volete fare e-commerce su larga scala, questa sarà la prima cosa da fare, perché avrà il vantaggio non solo di avere una perfetta presenza online, ma anche di poter offrire ai vostri clienti il miglior servizio possibile. ergonomia pagine di destinazione, di avere un proprio back office, che vi permetta di centralizzare tutte le vostre vendite.

Alcuni CMS possono anche andare avanti e indietro con Instagram, mostrando il loro lavoro sul sito. sito webla galleria che riservate a Instagram.

Utilizzare strumenti di atterraggio dedicati

In assenza di un vero e proprio sito di e-commerce, oggi esiste una pletora di soluzioni dedicate "Me too" in grado di svolgere parte del lavoro e abbastanza facili da collegare o configurare con poche impostazioni e un abbonamento mensile.

Ecwid :

Ecwid è uno strumento saas che agisce come più di una semplice pagina di destinazione, un hub che consente anche di collegare il vostro negozio di Instagram a quello di Facebook e persino ad Amazon e Google Shopping

 
Per le piccole e medie imprese, questa soluzione può essere un buon modo per avviare la loro strategia. multicanale online.

Hub di vendita sociale Ecwid

InSelly

InSelly è una piattaforma di marketing dedicata a Instragram, molto facile da usare perché basta fare poche cose per rilanciare la vendita dei vostri prodotti.

Una volta creato l'account, è sufficiente etichettare i prodotti con il tag Hashtag #Inselly di venderli attraverso questo mercato.

Mercato Inselly

E si corre il rischio di vedere i propri prodotti presentati in un mega "negozio di cianfrusaglie", dove non si sa bene come verranno presentati ed elencati tra migliaia di prodotti simili.

La descrizione dei vostri prodotti rifletterà ciò che avete pubblicato come didascalia.

In breve... facile, ma di qualità non eccelsa.

Conclusioni. Cosa potete fare per vendere bene su Instagram?

Senza essere esaustivi sul tema degli strumenti, noi di Optimize 360 vi consigliamo di riflettere attentamente sulla vostra strategia di vendita prima ancora di esaminare gli strumenti migliori per questo lavoro.

La vostra attività è potenzialmente idonea alle vendite su Instagram?

È necessario lanciarsi subito o riflettere attentamente sulla propria strategia di e-commerce in senso lato?

Abbiamo visto che alcuni prodotti si prestano meglio di altri.

È quindi importante valutare in anticipo i vantaggi, le possibilità di successo e le implicazioni.

Se avete prodotti di tendenza, alla moda, d'impulso, allora... perché no.

Ma è comunque necessario essere preparati, con un database pulito, foto adeguate e un'offerta forse dedicata o appropriata alla propria gamma.

Come per molte altre cose, non si può improvvisare. Bisogna pensarci su.

Desiderate un audit o un preventivo?

Trovare un esperto vicino alla vostra azienda per discutere il vostro progetto
blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT