10 KPI SEO essenziali da monitorare per ottimizzare il vostro sito web

Attraverso il nostro Agenzia SEO Ottimizzare 360 

KPI SEO: 10 elementi essenziali da monitorare


Nel mondo del referenziamento naturale, è essenziale monitorare e analizzare gli indicatori giusti per ottimizzare la strategia SEO.

In questo articolo vi presentiamo i 10 KPI SEO essenziali da tenere in considerazione per valutare l'efficacia delle vostre azioni.

KPI SEO

1. Traffico organico = KPI SEO numero 1

Le traffico organico corrisponde al numero di visitatori che arrivano sul vostro sito attraverso i motori di ricerca, ad esempio Google.

Si tratta di un indicatore essenziale per misurare le prestazioni del vostro referenziamento naturale. Un aumento del traffico organico indica un miglioramento generale della vostra visibilità sui motori di ricerca.

A. Sessioni organiche

Le sessioni organiche rappresentano il numero totale di visite provenienti dai risultati naturali dei motori di ricerca. È fondamentale monitorare questo dato per determinare se i vostri sforzi SEO stanno dando frutti.

B. Nuove e vecchie sessioni

Per affinare l'analisi del traffico organico, è interessante anche distinguere tra notizie e vecchio sessioni. Questo vi dirà se le vostre azioni SEO stanno attirando nuovi visitatori o aumentando la fedeltà di quelli già presenti sul vostro sito.

2. Posizionamento nei risultati di ricerca

Le classificazione di un sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) è un elemento chiave per la sua visibilità e quindi per il suo traffico organico. Migliore è il posizionamento del sito, maggiori sono le possibilità di attrarre visitatori.

A. Posizione media

La posizione media indica il posizionamento medio del vostro sito per una serie di parole chiave mirate. Monitorando questo indicatore, potete valutare l'evoluzione complessiva del vostro posizionamento sulle SERP.

B. Posizioni per parola chiave

Per affinare l'analisi, può essere utile tracciare le posizioni specifiche di ciascun parola chiave che si sta puntando. Questo vi aiuterà a identificare le aree di miglioramento per ottimizzare ulteriormente il vostro referenziamento naturale.

3. Leads e conversioni

L'obiettivo finale di qualsiasi strategia SEO è quello di aumentare il numero di conduce e conversioniSono le azioni compiute dai visitatori del vostro sito (acquisto, registrazione alla newsletter, ecc.). newsletterscaricare un libro bianco, ecc.) È quindi essenziale misurare le prestazioni del vostro referenziamento naturale in termini di lead generation e conversioni.

A. Tasso di conversione complessivo

Questo indicatore consente di valutare la pertinenza dei riferimenti naturali rispetto agli obiettivi del sito. Un tasso di conversione dimostra che le vostre azioni SEO sono ben allineate con i vostri obiettivi commerciali.

B. Leads e conversioni per canale

È inoltre importante distinguere tra i lead e le conversioni provenienti dal traffico organico e quelli provenienti da altri canali (pubblicità online, social network, ecc.). In questo modo, saprete quanto dei vostri risultati è direttamente attribuibile alla vostra strategia SEO.

4. Tasso di rimbalzo

Le frequenza di rimbalzo è la percentuale di visitatori che abbandonano rapidamente il sito dopo aver visualizzato una singola pagina. Un tasso elevato può indicare che i contenuti non sono pertinenti o che il sito non soddisfa le aspettative degli utenti. È quindi fondamentale monitorare questo indicatore per ottimizzare le prestazioni del sito.esperienza dell'utente e migliorare il vostro referenziamento naturale.

5. Pagine viste per sessione

Questo indicatore misura la profondità della navigazione dei visitatori sul vostro sito. Più pagine consultano, più mostrano interesse per i vostri contenuti. Tracciando il numero di pagine visualizzate per sessione, è possibile identificare i contenuti più apprezzati dai visitatori e regolare di conseguenza la strategia SEO.

6. Durata media della sessione

La durata media della sessione è un indicatore chiave per valutare il coinvolgimento degli utenti sul vostro sito. Una lunga durata della sessione significa generalmente che i vostri contenuti sono interessanti e mantengono l'attenzione dei visitatori.

7. Tasso di penetrazione dei clic (CTR)

Il tasso di click-through è la percentuale di persone che cliccano sul vostro sito dopo averlo visto nei risultati di ricerca. A CTR Questo alto livello di visibilità riflette un buon posizionamento e un buon appeal per gli utenti di Internet.

8. Il numero di backlink

Il backlinko link in entrata, sono essenziali per ottimizzare il vostro referenziamento naturale. Più link si ottengono da siti di qualità, maggiore sarà la credibilità del sito agli occhi dei motori di ricerca. È quindi importante misurare regolarmente il numero di backlink ricevuti.

9. Distribuzione delle parole chiave

Per una strategia SEO efficace, è fondamentale diversificare le parole chiave per cui ci si vuole posizionare. Analizzando la distribuzione di queste parole chiave, è possibile identificare le aree di miglioramento e regolare i contenuti di conseguenza.

10. Analisi della concorrenza

Infine, è importante confrontare le vostre prestazioni con quelle dei vostri concorrenti. Questa analisi vi aiuterà a individuare le opportunità per migliorare il vostro posizionamento e superare i vostri concorrenti nelle SERP.

In conclusione, il monitoraggio e l'analisi dei giusti KPI SEO contribuiranno notevolmente al successo della vostra strategia SEO. Prendetevi il tempo necessario per esaminare questi indicatori chiave e usateli per ottimizzare il vostro sito e i vostri contenuti.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT