Migliorare la velocità di caricamento e le prestazioni SEO: 10 consigli per un sito performante

Attraverso il nostro Agenzia SEO tecnica Ottimizzare 360 

Velocità di caricamento


La velocità di caricamento di un sito web è un fattore essenziale per il successo di qualsiasi strategia. SEO.

Proprio così, Google tiene conto di questi dati quando classifica le pagine nei risultati di ricerca.

D'altra parte, un sito veloce migliora l'esperienza dell'utente e aumenta il tempo trascorso sul sito. Ecco 10 punti da considerare per ottimizzare la velocità di caricamento del vostro sito e le prestazioni SEO.

Velocità di caricamento

1. Scegliere un host web adatto

L'alloggio del vostro sito gioca un ruolo fondamentale per le sue prestazioni. Scegliete un host web affidabile e rispettabile, con un'infrastruttura solida e risorse sufficienti a garantire tempi di risposta rapidi.

Soluzioni di hosting :

  • Hosting condiviso
  • VPS (server privato virtuale)
  • Server dedicato
  • Hosting in cloud

2. Utilizzare una CDN (Content Delivery Network)

CDN è una rete di server in diverse località geografiche che memorizza e serve i file statici (immagini) del sito, CSSJavaScript, ecc.). Questo accelera la distribuzione dei contenuti agli utenti di Internet lontani dal server principale del sito.

3. Ottimizzare le immagini

Le immagini sono spesso tra i file più grandi del vostro sito. È quindi essenziale comprimerle e ridimensionarle per evitare di rallentare il caricamento delle pagine. Assicuratevi di utilizzare un formato adeguato, come JPEG per le foto e PNG per gli elementi grafici.

Suggerimenti per l'ottimizzazione delle immagini :

    • Assicuratevi che le dimensioni siano proporzionali all'uso effettivo dell'immagine.
    • Comprimere le immagini senza perdite utilizzando strumenti online o plugin dedicati.

4. Ridurre al minimo le richieste HTTP

Ogni volta che il browser richiede un file dal server (immagine, script, foglio di stile, ecc.), genera una richiesta HTTP. Un numero elevato di richieste può influire sulla velocità di caricamento del sito. È possibile ridurre queste richieste unendo i file CSS e JavaScriptl'uso di sprite CSS per combinare diverse immagini in una sola e la preferenza per le icone vettoriali rispetto ai font di icone.

5. Memorizzare nella cache le risorse statiche

La cache consente di memorizzare localmente i file statici di un sito per riutilizzarli nelle visite successive. In questo modo si evita che il browser richieda questi file al server ogni volta che visita il sito, accelerando notevolmente il caricamento delle pagine. Per implementare questa tecnica, è possibile configurare delle direttive nel file .htaccess del server o usare un file plugin cache per il vostro CMS.

6. Utilizzare la compressione Gzip

Il protocollo Gzip consente di "zippare" i file sul lato server prima di inviarli al browser, riducendone significativamente le dimensioni e accelerandone il trasferimento. Questa tecnica è favorita dal motore di ricerca Google, in quanto velocizza i siti limitando l'utilizzo della larghezza di banda.

Attivare la compressione Gzip :

    • Tramite il file .htaccess su un server Apache
    • Tramite l'interfaccia di amministrazione del vostro host web
    • Con un plugin dedicato se si utilizza un CMS

7. Ridurre le dimensioni dei file CSS, JavaScript e HTML.

Per risparmiare qualche prezioso millisecondo nel caricamento del vostro sito, ricordate di ridurre al minimo i file facilmente comprimibili, come i CSS, i JavaScript e i file di testo. HTML. A questo scopo sono disponibili diversi strumenti online, tra cui CSS Minifier, JavaScript Minifier e HTML Compressor.

8. Evitare i reindirizzamenti non necessari

I reindirizzamenti richiedono un tempo aggiuntivo il browser per trovare il nuovo indirizzo del contenuto richiesto. Limitate quindi i reindirizzamenti non necessari e usateli con parsimonia e solo quando è assolutamente necessario, ad esempio quando si cancella una pagina o si apporta una modifica alla struttura dell'URL.

9. Ottimizzare gli script e le query SQL

Script e query SQL mal ottimizzati possono rallentare il caricamento del sito, richiedendo inutilmente le risorse del server. Per questo motivo, è necessario controllare e migliorare le prestazioni di questi elementi per ottenere un sito più reattivo. È possibile farlo analizzando i log, utilizzando le cache o ottimizzando le query SQL.

Suggerimenti per l'ottimizzazione delle query SQL :

    • Utilizzo indice per le colonne ricercate di frequente
    • Ottimizzare le unioni di tabelle con la clausola JOIN
    • Recuperare solo i dati necessari con SELECT
    • %

10. Favorire il caricamento asincrono degli script

Il caricamento sincrono significa che il browser deve attendere che un file (di solito JavaScript) sia completamente scaricato prima di passare al successivo, il che può bloccare la visualizzazione delle pagine. Si può invece optare per un caricamento caricamento asincronoche consente al browser di continuare a elaborare altri file mentre gli script vengono scaricati senza ostacoli.

In conclusione, lavorando su questi 10 punti di ottimizzazione, potete migliorare notevolmente la velocità di caricamento e le prestazioni SEO del vostro sito web. Implementando queste best practice, offrirete un'esperienza utente ottimale e conquisterete i motori di ricerca come Google per posizionare i vostri contenuti più in alto nei loro risultati.

blank Acceleratore di prestazioni digitali per le PMI

ContattoAppuntamenti

it_ITIT